(Cattedrale di Oristano, 31 dicembre 2018)

Cari fratelli e sorelle,
la tradizione vuole che alla fine dell’anno si facciano le meditazioni sul tempo, si passino in rassegna i protagonisti della politica, dello sport, dello spettacolo, si tirino le somme di quanto è stato fatto o non fatto lungo tutto il corso dell’anno, si ringrazi, si chieda scusa, si prometta, si programmi. La cura di questi sentimenti è molto importante, perché aiuta a custodire la memoria e

(Cattedrale di Oristano, 25 dicembre 2018)

Cari fratelli e sorelle,
nella celebrazione della festa del Natale di Gesù, uno dei gesti principali è sicuramente il dono. Riceviamo e ricambiamo tanti doni, da bambini e da adulti, da singoli e da istituzioni, da gente ricca e gente povera. Il rischio è che i doni secondari, fatti col cuore o per dovere sociale e istituzionale, ci facciano dimenticare il vero festeggiato e il vero dono, cioè Gesù. Dobbiamo, perciò, prestare attenzione affinché Natale non sia uno spreco di sentimenti, ma un occasione di riflessione e di riscoperta della dignità di ogni uomo e ogni

Cattedrale di Oristano, 8 dicembre 20018

Cari fratelli e sorelle,
con questa festa dell’Immacolata, la Chiesa fa memoria di Maria, cioè di colei che ci conduce alle origini del mistero della salvezza e al cuore stesso della nostra fede, lei che, per prima, fu discepola e madre del Signore nostro Gesù Cristo e madre di tutti i credenti. Per la nostra chiesa Arborense, la festa coincide con l’ordinazione diaconale di Enrico Porcedda e Manuele Lecca, che oggi consacrano la loro vita

(Cattedrale di Oristano, 24 dicembre 2018)

Cari fratelli e sorelle,
il significato della festa che celebriamo, il Natale di nostro Signore Gesù Cristo, ci viene dato dalla profezia del profeta Isaia, dall’esortazione dell’Apostolo Paolo, dal racconto dell’evangelista Luca. Questa notte vorrei fermarmi in modo particolare sull’esortazione di San Paolo a Tito, per riflettere con voi sulla grazia di Dio che porta la salvezza a tutti gli uomini. In questa esortazione, San Paolo non chiama Gesù per nome, perché non dice: “è nato Gesù”. Traduce

(Seminario di Cagliari, 24 novembre 2018)

Cari fratelli e sorelle,
la memoria liturgica di oggi venera i santi martiri vietnamiti Andrea Dung-Lac e compagni. Il martirologio romano scrive che “Con un’unica celebrazione si onorano centodiciassette martiri di varie regioni del Viet Nam, tra i quali otto vescovi, moltissimi sacerdoti e un gran numero di fedeli laici di entrambi i sessi e di ogni condizione ed età, che preferirono tutti patire l’esilio, il carcere, le torture e l’estremo supplizio piuttosto che recare oltraggio alla croce e rinnegare la fede cristiana”. La pagina del Vangelo che accompagna questa memoria presenta Gesù che entra nel confronto tra la

Oristano 16/07/2020 02:39

Calendario Pastorale

Mon Tue Wed Thu Fri Sat Sun
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31

Ultima Omelia

Lettera Pastorale

Custodi del Mistero di Cristo

Link Utili

 S.E. Monsignor Ignazio Sanna
Arcivescovo Emerito di Oristano

Via degli Estensi 133 - 00164 Roma (Italia)

E-mail: arcivescovosanna@gmail.com
T
el: 06.66151377

Designed By Grafica & Web Design

I cookie rendono più facile per noi fornirti i nostri servizi. Con l'utilizzo dei nostri servizi ci autorizzi a utilizzare i cookie.
Ok