Pasqua di Risurrezione

Cattedrale di Oristano, 8 aprile 2012 

Sono tanti i modi con cui si celebra la Pasqua del Signore e sono anche altrettanti gli insegnamenti della Scrittura che l’accompagnano e le danno valore e significato spirituali. La liturgia di oggi ci fa meditare sull’episodio della scoperta della tomba vuota di Gesù e sulla diversa reazione di fronte a questa scoperta.

Pasqua di Risurrezione

Cattedrale di Oristano, 24 aprile 2011 

Nel racconto dei martiri della città di Abitene, nell’odierna Tunisia, si afferma che un cristiano non può vivere senza la Pasqua domenicale: "Non lo sai che è la Pasqua domenicale a fare il cristiano e che è il cristiano a fare la Pasqua domenicale, sicché l'uno non può sussistere senza l'altro, e viceversa? Quando senti il nome 'cristiano', sappi che vi è un'assemblea che celebra il Signore: e quando senti dire 'assemblea', sappi che lì c'è il cristiano".

Pasqua di Risurrezione

Cattedrale di Oristano, 4 aprile 2010 

Il messaggio della Pasqua di risurrezione che risuona nelle nostre chiese è sempre un messaggio di gioia e di festa: “Gesù ha vinto la morte, è risorto, ha creato speranza”. Questo messaggio che costituisce il fondamento della nostra fede è stato diffuso sin dagli albori della storia cristiana, anche se l’evento della risurrezione di Gesù è stato contestato dalla cultura razionalista e per difenderne l’esistenza gli apologisti composero una molteplicità di scritti.

Pasqua di Risurrezione

Cattedrale di Oristano, 12 aprile 2009 

Oggi la Chiesa celebra il mistero della risurrezione di Nostro Signore Gesù Cristo. Non è una celebrazione qualsiasi. È la celebrazione cristiana per eccellenza. La Pasqua è il cuore della fede cristiana. Se Cristo non fosse risorto, ci ammonisce san Paolo, la nostra fede non avrebbe alcun fondamento.

Pasqua di Risurrezione

Cattedrale di Oristano, 23 marzo 2008 

Le letture sacre che abbiamo ascoltato nella liturgia della Parola di questa domenica di pasqua ci presentano fondamentalmente un evento, un annuncio, un’esortazione. Il vangelo ci racconta l’evento della risurrezione che ha per protagonisti tre testimoni: la Maddalena, l’apostolo Giovanni e l’apostolo Pietro. Stranamente, tra questi protagonisti non c’è la Madonna, la madre di Gesù, la madre del Crocifisso.

S.E. Monsignor Ignazio Sanna
Arcivescovo Emerito di Oristano

Presidente della Pontificia Accademia di Teologia

Via degli Estensi, 133 - 00164 Roma
E-mail: arcivescovosanna@gmail.com
Tel: 06.66151377