I giovani in un mondo disorientato

I giovani in un mondo disorientato

Ora che si sono spenti i riflettori sulla tragedia che ha creato lutti, dolore, sgomento nelle famiglie dei ragazzi di Macomer, Ghilarza, Abbasanta e nelle loro comunità civili ed ecclesiali, è necessario fare qualche riflessione. Nessuno di noi, infatti, ignora che i giovani dei nostri paesi sono disorientati, perché non hanno ancore di salvezza nelle

Linee programmatiche scaturite dal Sinodo

Linee programmatiche scaturite dal Sinodo

Il Sinodo su “I giovani, la fede e il discernimento vocazionale” si è concluso piuttosto in sordina. A ben vedere, non c’è stato l’interesse dei mezzi di comunicazione come per il Sinodo sulla famiglia. Ciò non significa, ovviamente, che il tema sul ruolo dei giovani nella vita della Chiesa e della società sia meno significativo e importante del tema sul ruolo della famiglia nella Chiesa e nel mondo. Entrambi i temi sollecitano la nostra attenzione. In attesa, comunque, di esaminare con la dovuta cura e riflessione il documento finale, vorrei richiamare alcuni temi che hanno riscosso particolare interesse nel dialogo dei gruppi

Memorie personali ed ecclesiali

Memorie personali ed ecclesiali

Il 14 ottobre 2018 ho partecipato alla canonizzazione di Paolo VI, concelebrando la santa messa con il Papa, quattrocento tra cardinali, arcivescovi e vescovi, tre mila sacerdoti. La celebrazione era resa ancora più solenne dalla canonizzazione anche di mons. Oscar Romero e altri cinque beati, tra cui tre italiani. Ho vissuto un momento particolare

Pietà popolare e liturgia: tema del Convegno

Pietà popolare e liturgia: tema del Convegno

I l prossimo convegno ecclesiale diocesano ha per tema: preghiera liturgica e pietà popolare, ossia i modi con i quali si professa la fede in Dio Uno e Trino per mezzo delle celebrazioni liturgiche e delle tradizioni religiose. Il Magistero della Chiesa ci dà chiari orientamenti per trovare il giusto equilibrio tra i modi di celebrare i misteri della fede. Per il Concilio, “la liturgia è considerata come l’esercizio della funzione sacerdotale di Gesù Cristo. In essa, la santificazione dell’uomo è significata per mezzo di segni sensibili e realizzata in modo proprio a ciascuno di essi;

La vera vocazione del catechista parrocchiale

La vera vocazione del catechista parrocchiale

Nel recente video messaggio di quest’anno per il Congresso Internazionale sulla Catechesi, organizzato dal Pontificio Consiglio per la Nuova Evangelizzazione, Papa Francesco ha parlato di nuovo del catechista. Ha insistito nel sottolineare che il catechista non deve “fare” il catechista ma deve “essere” catechista, ossia, il catechista non deve fare un mestiere ma testimoniare la propria vocazione cristiana con la vita. Di conseguenza, il catechista non deve assumere il ruolo di un insegnante che fa la sua lezione di dottrina cristiana,

We use cookies

Utilizziamo i cookie sul nostro sito Web. Alcuni di essi sono essenziali per il funzionamento del sito, mentre altri ci aiutano a migliorare questo sito e l'esperienza dell'utente (cookie di tracciamento). Puoi decidere tu stesso se consentire o meno i cookie. Ti preghiamo di notare che se li rifiuti, potresti non essere in grado di utilizzare tutte le funzionalità del sito.